I LED, L’ILLUMINAZIONE DEL PRESENTE

ledIniziamo questa serie di articoli parlando di tecnologia LED, applicata al mondo dell’industria, della logistica e del retail focalizzando la nostra attenzione sui principali aspetti tecnici.

I LED (acronimo di Light Emitting Diode – Diodi ad emissione luminosa) sono componenti elettronici, e sono considerati nell’immaginario collettivo come le sorgenti di illuminazione del futuro. Al contrario sono già adesso realtà, potendo esprimere praticamente sotto tutti i punti di vista performance illuminotecniche paragonabili alle lampade ad incandescenza / fluorescenza disponibili oggi sul mercato.

I LED infatti possono variare per temperatura del colore (luce calda, fredda o neutra), per indice di resa cromatica e naturalmente per intensità luminosa / Watt assorbito, che ne misura l’efficienza.
A differenza delle comuni sorgenti luminose, l’efficienza dei LED non è standard, anzi può variare di moltissimo in base alla qualità costruttiva degli stessi. Così, per realizzare una lampada che proietti un fascio luminoso ad una determinata intensità, è possibile montare molti LED poco efficienti o pochi LED molto efficienti; ciò che conta è quanta energia la lampada assorbe per ottenere un determinato risultato.

E qui viene il bello, perché oggi acquistando lampade (purché di qualità) nell’ottica di operare una sostituzione, è possibile ottenere intensità luminose superiori rispetto all’esistente risparmiando dal 50% all’80% di energia elettrica a seconda che il paragone sia fatto tra una lampada a fluorescenza / scarica o una ad incandescenza.

Qualche sera fa mi sono trovato nello stabilimento di un cliente a testare un paio di lampade che gli avevo fornito in conto visione per una campionatura, dato che deciderà a breve la sostituzione di tutti i corpi illuminanti della fabbrica, diverse centinaia di pezzi. La cosa che mi ha veramente colpito è stata la differenza di resa luminosa tra le lampade esistenti a vapori di mercurio e quelle nuove a LED: il luxmetro misurava 69 lux sotto le lampade esistenti, contro i 320 dei campioni a LED. Vi posso assicurare che anche visivamente il risultato è davvero impressionante…se poi pensiamo che l’assorbimento di energia elettrica è poco meno della metà, rimane solo una scelta di buon senso.

A questo poi si deve aggiungere che in condizioni normali la durata delle lampade a LED è decisamente superiore a quella di apparecchi tradizionali, e il prodotto, purché di qualità, è praticamente esente da manutenzione.

Riassumo i vantaggi in questo elenco:

1) Risparmio energetico molto elevato, rispetto a tutte le sorgenti tradizionali
2) Accensione immediata
3) Raggiungimento immediato della temperatura di colore
4) Funzionamento con condizioni atmosferiche oltre a -40º
5) Dimmerabilitá
6) Nessuna emissione di calore nella parte frontale, il bulbo o la parte trasparente delle lampade é fredda
7) Nessuna emissione di raggi UV
8) Le sorgenti non contengono mercurio o altri gas tossici
9) Vita lunghissima rispetto alle tradizionali sorgenti
10) È facile implementare sofisticate soluzioni di design
11) Drastica riduzione dei costi di manutenzione.

In un prossimo articolo analizzerò un interessantissimo approccio finanziario, il NOLEGGIO OPERATIVO, che si sposa benissimo con questa tecnologia.

Se questo articolo ti è piaciuto fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento. A presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *