LA RIQUALIFICAZIONE A LED CON IL NOLEGGIO OPERATIVO

Il noleggio operativo è un contratto attraverso il quale un soggetto ottiene la disponibilità di un bene per un periodo prestabilito, in questo caso 5/7 anni, dietro versamento di una quota a cadenza periodica, in genere mensile o trimestrale, a copertura della fornitura del bene stesso e dei relativi servizi di assistenza, manutenzione e coperture assicurative.

Le caratteristiche principali sono quindi due:

  1. il soggetto acquista l’impianto senza investire capitale proprio;
  2. il canone di noleggio è all-inclusive, cioè copre e garantisce la corretta funzionalità dell’impianto stesso per tutta la durata del contratto.

Nel caso della riqualificazione a led degli impianti di illuminazione, questa forma contrattuale possiede una terza fondamentale caratteristica, assolutamente unica:

il canone di noleggio viene coperto dal risparmio ottenuto dall’utilizzo dell’impianto stesso, grazie alla maggiore efficienza delle lampade a led.

In molti casi questo avviene già dal primo anno, e in molti casi avviene garantendo anche un guadagno economico, quando il canone è più basso del risparmio ottenibile.

Facciamo un esempio pratico: recentemente ho condotto un check-up illuminotecnico gratuito presso gli stabilimenti di un’azienda metalmeccanica. A fronte di un fabbisogno energetico annuale per l’illuminazione dei reparti produttivi di circa 283’000 kWh (per una spesa complessiva di 42’500 € all’anno), la riqualificazione a led ha permesso un risparmio di circa 166’000 kWh, equivalenti a 24’500 €. Il canone di noleggio necessario per l’operazione ammonta a 13’300 € all’anno, con un risparmio IMMEDIATO della differenza, pari a 11’200 € che diventano 15’800 € considerando anche il risparmio dei costi di manutenzione e i Titoli di Efficienza Energetica legati all’operazione.

In altre parole questa azienda:

  1. riqualifica l’impianto di illuminazione dei propri stabilimenti migliorando sensibilmente le condizioni di lavoro dei propri dipendenti
  2. non effettua alcun investimento
  3. fin da subito ha un beneficio economico CASH di 15’800 €, destinati a crescere anno dopo anno grazie all’aumento del costo dell’energia elettrica.

Quali sono le condizioni perché ciò avvenga? È semplice, dipende esclusivamente dal fabbisogno di illuminazione: più è alto (almeno 10-12 ore al giorno per un anno lavorativo completo) maggiore sarà la convenienza.

I soggetti potenzialmente interessati a questa formula sono tutti coloro che vogliono o che hanno bisogno di riqualificare il proprio ambiente di lavoro senza impegnare liquidità, magari utile per altri scopi, con priorità maggiori per lo sviluppo dell’azienda, o semplicemente per questioni di budget.

Questi nel dettaglio altri vantaggi dell’operazione; il canone di noleggio:

  • garantisce costi certi per tutta la durata del contratto; è fisso e “all inclusive”, comprendendo anche assistenza, manutenzione e servizi assicurativi
  • è coperto interamente dal risparmio ottenibile dalla maggiore efficienza delle lampade, configurando l’operazione come “a costo zero
  • è interamente deducibile nel corso dell’esercizio fiscale in cui è sostenuto, e si configura come canone di servizio; non crea ammortamento e quindi non c’è recupero a tassazione
  • non rileva ai fini IRAP né sugli studi di settore
  • determina il miglioramento del cash flow aziendale

Un ulteriore vantaggio legato a questa formula consiste nella possibilità di poter rinnovare il contratto di noleggio al termine del periodo, riqualificando un’altra volta l’impianto di illuminazione con lampade ancora più moderne ed ancora più efficienti dal punto di vista energetico.

Per maggiori informazioni e la possibilità di prenotare una valutazione gratuita mi trovi QUI.

Se questo articolo ti è piaciuto fammi sapere cosa ne pensi lasciando un commento. A presto!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *